Addio a Patrizia Cavalli, poetessa vicina alla bellezza quotidiana delle cose

Poetessa tanto raffinata nella metrica quanto vicina alla quotidianità, scrittrice, protagonista del rinnovamento della lingua letteraria italiana contemporanea, acuta traduttrice e traduttrice in tutto il mondo, Patrizia Cavalli è morta oggi a Roma, 21 giugno, all’età di 75 anni, a la positive di una lunga malattia. La notizia è stata subito ripresa dai social, con migliaia di submit tratti dalle sue notice e amate poesie. L’impresa di pompe funebri di Patrizia Cavalli sarà allestita venerdì 24 giugno, dalle 10 alle 12:30, nella Sala della Protomoteca in Campidoglio, a Roma.

Nata a Todi il 17 aprile 1947, Patrizia Cavalli si trasferisce a Roma nel 1968. Qui ha modo di frequentare il vivace ambiente culturale, stringendo un’intensa amicizia con Elsa Morante, alla quale ha dedicato, nel 1974, la sua prima collezione, “My le poesie non cambieranno il mondo”, edito da Einaudi, che sarebbe diventata la casa editrice della maggior parte dei suoi libri. Nel 1976 è inserita nell’antologia “Le donne nella poesia – Antologia della poesia femminile in Italia dal dopoguerra advert oggi”, insieme advert autori di spicco come Maria Luisa Spaziani, Vivian Lamarque Amelia Rosselli e Anna Maria Ortese. Nel 1981 un’altra importante raccolta di poesie, “Il cielo”, seguita nel 1992 da “L’io singolare proprio mio”. I tre silloghi saranno raccolti da Einaudi in un quantity “Poesie (1974-1992)”.

«C’è sempre un forte sentimento di estrema vivibilità in ogni momento, un vivere nell’amore senza rimedi, tra “grazia” e “sventura” come si cube a un certo punto; che però si conclude in una figurazione verbale molto composta, in una maniera espositiva che fa pensare alla poesia antica», scriveva Gianni Celati, introducendo la poesia di Cavalli.

Forte anche il suo interesse per il teatro. Sempre per l’editore Einaudi ha tradotto “Anfitrione” di Molière e “Sogno di una notte di mezza property” e “Otello” di Shakespeare. La sua unica prova narrativa è stata “With Japanese Steps”, pubblicata nel 2019 e vincitrice del Premio Campiello, per la selezione della Giuria di Letteratura. Nel 2020, l’ultimo libro di poesie, la raccolta “Fantastic Life”:

Cosa non devo fare
per togliermi di mezzo
la mia mente nemica:
perenne ostilità
alla felice colpa di essere ciò che sono,
il mio niente felice

أضف تعليق

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.