Apre per la prima volta la magnificence room della regina nella Villa Reale

Chissà quante ore trascorsero i sovrani in quella stanza. Una sorta di spa personale dove rilassarsi ed essere belli. Ora, per la prima volta, si apre anche al pubblico quell’angolo intimo delle regine. Da oggi, sabato 17 settembre, i visitatori della Villa Reale di Monza potranno accedere e ammirare anche la Magnificence Room utilizzata dalle regine che soggiornarono all’interno del Palazzo Reale di Monza.

La Spa di Sua Maestà è una sorta di ‘ambiente turco’, riscaldato da una stufa posizionata nel retrobottega. In epoca austro-ungarica vi si accedeva direttamente dalle stanze non-public di Maria Beatrice d’Este tramite una scala in pietra a doppia rampa, conteneva una vasca ovale posta al centro dell’abside. Period, secondo l’incisione di Giacomo Mercoli Nepos del 1791, tra le poche stanze rappresentate nei dettagli decorativi, a dimostrazione della sua importanza. In epoca napoleonica è stata segnalata la presenza di mobili che comprendono anche sedie, poltrone, un lungo divano e un tavolo da gioco. Alle finestre tende beautify con frange e fiocchi. In tempi successivi il luogo ha subito alcune modifiche.

Un vero gioiello recuperato dopo tanti anni di studio e ricerca. La rimozione delle opere di superfetazione stratificata ha permesso di mettere in evidenza strutture e decorazioni antiche come le finiture parietali in stucco lucido e l’intonaco sottostante, decorato con una semplice squadratura, steso su una parete piana, formando una digicam d’aria.

L’apertura al pubblico di questa sala della Villa Reale avviene in concomitanza con il ventennale di Villa Aperte, la mostra promossa dalla provincia di Monza e Brianza che da oggi – per tre weekend – apre al pubblico 180 meravigliosi luoghi in le province di Monza e Brianza, Como, Lecco e Varese. Per prenotare una visita al magnificence room della regina, visitate il sito www.reggiadimonza.it.

Leave a Comment

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.