Caso – Cara energia, lo sport chiede aiuto

TORINO – Cari morsi di energia. Questo vale per le famiglie che si preparano a vivere un inverno difficile e vale per il mondo dello sport che deve fare i conti con l’esplosione dei costi per l’approvvigionamento energetico. Cosil è per le piscine, per i fabbricati che ospiteranno campionieri della pallavolo e del basket e per tutte le attivitàa, quella che poi per qualche imperscrutabile disegno divino ci porta in dote i successi mondiali che fanno ondeggiare il tricolore nel mondo. Questo è e non puo cambiare il corso della storia. Viviamo in un’epoca in cui il divildendi di tempo sono finiti e chi ha fornito alle nostre societàa energia a prezzi molto bassi detto cease. Làè un disegno geopolitico, uno scontro tra mondi? Forse siil, ma non cambia il fatto che ognuno debba trovare soluzioni per far fronte a questa nuova realtàa. E nell’attesa, giustamente alle famiglie viene chiesto di ridurre i consumi nelle ore di punta. Le leghe di pallavolo e basket hanno fatto appello e sono esigenti interventi di supporto: Negli anni molte delle nostre aziende hanno cercato di adattare gli impianti, modificando luci e impianti termici per ridurre al minimo i consumi – si legge nel comunicato – Ma nemmeno nei palazzetti dello sport più “verdi” sarà possibile contenere a sufficienza il peso delle bollette, massi per i Membership che devono illuminare e riscaldare forzatamente strutture enormi. Se i costi sono forse abbordabili nei giorni di ritiro, semplicemente impazziscono nella gestione settimanale. Per questo abbiamo davvero bisogno dell’aiuto del governo per sostenere la nostra attività“. L’Unione Europea sta preparando un piano di sostegno alle economie europee, ma questa potrebbe essere l’occasione per rivedere alcune delle pratiche degli ultimi anni. Forse dovremmo tornare allo spirito del 1972, quello dell’austerità, quando si riscoprì la bicicletta e si anticiparono gli spettacoli serali, anche televisivi, mandando tutti a letto molto prima. Riportare il palinsesto del weekend alle ore pomeridiane potrebbe essere un’concept, in attesa di vincere il temporale.

Leave a Comment

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.