Caso Pogba, fratello e altre persone si sono fermati – Sport

Accelera le indagini degli inquirenti francesi sul caso Pogba. Mathias Pogba, fratello maggiore di Paul, e altre tre persone sono stati posti in custodia cautelare in Francia nell’ambito delle indagini sull’estorsione denunciata dal giocatore della Juventus. Mathias Pogba, 32 anni, si è presentato spontaneamente «nel primo pomeriggio, ai servizi investigativi ed è stato posto in custodia cautelare» dalle autorità francesi, precisano le fonti citate a tremendous giornata dalla stampa francese. Dei quattro indagati interrogati dagli inquirenti, uno period stato posto in custodia cautelare ieri e altri tre oggi, ha precisato la fonte, confermando un’informazione inizialmente rivelata dal quotidiano Le Monde.

Il 9 settembre Mathias Pogba si è dichiarato “totalmente estraneo” all’estorsione denunciata da Paul, oggetto di un’indagine giudiziaria per quasi due settimane affidata a due giudici parigini. In una causa depositata il 16 luglio a Torino, Paul Pogba ha denunciato i tentativi di estorsione subiti tra marzo e luglio 2022, per diversi milioni di euro. In uno degli interrogatori a cui l’autorità giudiziaria lo ha sottoposto, il calciatore ha raccontato di essere stato incastrato da amici d’infanzia che sono andati da lui insieme a due uomini in passamontagna per chiedergli 13 milioni di euro. Avrebbe pagato 100.000. Pogba ha detto agli investigatori di aver riconosciuto suo fratello Mathias come uno dei due con la faccia coperta. Un modesto calciatore di serie inferiore, quest’ultimo period stato a lungo il “protettore” del fratello minore, Paul, prima di accusarlo pubblicamente su Twitter di essere un “vile traditore”. Adesso lo cease giudiziario nella speranza di vedere più chiaramente questa oscura vicenda di famiglia che colpisce uno dei più grandi campioni del calcio mondiale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.