“È animalesco, ha quel tormento animale…”

Elodie Di Patrizi e Marrakech hanno formato una coppia dal 2019 al 2021, anni in cui è arrivata la rottura. Nonostante l’addio, il rapporto tra loro è rimasto sereno, tanto che molti spesso ipotizzano un ritorno di fiamma. In effetti, ci sono alcune voci di gossip che parlano di un riavvicinamento. Il cantante 32enne risponderà oggi alle ultime novità, in una nuova intervista al Corriere.

Di recente anche Fabio Bartolo Rizzo (questo è il vero nome del rapper) è tornato a parlare della loro storia d’amore, pur rimanendo sul vago. Elodie ripercorre la sua carriera in questa nuova intervista, durante la quale period presente il primo incontro con Marrakech. Insieme, nel 2019, hanno realizzato la canzone Margarita e, proprio mentre stavano girando il video, c’è stato un flirt tra di loro.

“Period fortissimo con Fabio: l’effetto che mi ha fatto nella vita non l’ha mai fatto nessuno. È animalesco, ha quel tormento animalesco, e poi mi stupisce quante cose sa e quante mi ha insegnato nel tempo. È elegante, è stato molto bello vederlo scrivere le sue canzoni. Ed è stato lui l’essere umano che più mi ha sconvolto”

Queste Le parole di Di Patrizi su Marrakech, ripercorrendo i primi momenti che hanno condiviso insieme. In quella fase della loro conoscenza ricordalo “C’period paura e desiderio”. Si studiavano a vicenda ed period difficile catturarli. “Molto difficile. Molto molto. Difficile. Sì. Molto difficile “, sottolinea il cantante. E come ha detto di recente il rapper, si vogliono ancora “Molto bene”.

In particolare, Elodie spiega che tra loro c’è “Un rapporto non convenzionale, che esiste, è molto forte, complesso”. A coloro che chiedono se stanno trasformando il loro amore in un’amicizia, Di Patrizi risponde “Per il momento è complicato”. Attualmente, prova molto amore per il suo collega e non le importa in cosa si trasforma. Oggi sa di esserlo “Più consapevole”.

“A volte scappi, ma io l’ho già fatto nella mia vita, questa volta ho deciso che voglio essere adulto e fare quello che sento veramente e non quello che è più semplice”

Nella sua nuova intervista, Elodie Di Patrizi parla anche del Pleasure of Romechi l’ha lasciata “Senso di comunità, di comunione, di famiglia”. Con lei c’erano sua nonna, sua madre, sua sorella e il suo compagno. Quando se ne andarono si commosse: “Penso a me stesso da bambino, al fatto che sì, volevo cantare, e ci sono riuscito. Ma come persona, come essere umano, volevo essere quello che sono, che sa stare dalla parte giusta”.

Dentro casa sua non ci sono mai stati pregiudizi e su questo lei e sua sorella Fey, che hanno fatto popping out anni fa, sono stati molto fortunati. Mettendo da parte i suoi pensieri su di lui per Matteo Salvini, su cui ha avuto spesso da dire, oggi Elodie parla di Giorgia Meloniche in Spagna ha recentemente attaccato nuovamente la foyer LGBT, difendendo la famiglia naturale.

“Vedo una donna molto arrabbiata, mi dispiace per lei, non dovrebbero esserci distinzioni del genere, e mi dispiace che ci siano persone che le fanno. Famiglie Serie A, Serie B, Serie Z “

Per Di Patrizi non dovrebbero esserci distinzioni: “I diritti sono di tutti”. A chi nutre troppa rabbia, consiglia di fare affidamento terapia. Quindi torna a parlare di psicoterapia, confermando che un tempo period seguita “Un metodo un po’ aggressivo”, che tendeva a creare una certa dipendenza con il terapeuta. Ora, invece, Elodie si affida all’EMDR (Desensibilizzazione e rielaborazione dei movimenti oculari).

In questa lunga intervista, il cantante esploso con Amici di Maria De Filippi si rivela anche sulla sua famiglia.

“Ma a un certo punto ho detto vabbè, sono mia figlia, padrona della mia vita. Non mi sentivo più una figlia. Ovviamente ho un legame con la mia famiglia, a volte li amo di più a volte di meno, è normale. Diciamo che è vero che non mi sento una figlia, ma sento molto dei loro frutti”

Trova quello i suoi genitori sono onesti, ma anche egoisti. E anche lei nel corso della sua vita è stata: “Altrimenti avrei probabilmente fatto spazio a un’altra persona, che non c’è”. Per una donna il diritto all’egoismo, così come il diritto all’errore, spetta a Elodie “Molto importante”. Per capire cosa è giusto, bisogna prima sbagliare.

أضف تعليق

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.