EMILIA ROMAGNA, PROTESTA CONTRO L’APERTURA DEL PROSCIUTTO DI PARMA.

Annuncio

EMILIA ROMAGNA, PROTESTA CONTRO L’APERTURA DEL PROSCIUTTO DI PARMA.

Le associazioni animaliste emiliane Avi Parma, Meta Parma, Salviamo i macachi di Parma, in segno di protesta contro l’apertura dell’Accademia del Prosciutto di Parma, una scuola di prosciutto che nascerà e aprirà a Langhirano in provincia di Parma, completa di macchinari, insegnare agli studenti a trasformare gli animali in cibo.

Annuncio

Le associazioni animaliste giovedì 23 giugno hanno organizzato un presidio davanti agli uffici della Provincia di Parma, per chiedere che il progetto “accademia del prosciutto” venga interrotto o trasformato in accademia dei prodotti vegetali.
“Continuiamo a protestare per chiedere che la scuola di prosciutto non venga aperta, sarebbe un segnale di cambiamento molto importante, per gli animali e per tutti noi, perché non possiamo più pensare di poter investire nuovamente nello sfruttamento degli animali. L’allevamento intensivo e la macellazione industriale sono la principale causa del riscaldamento globale e generano innumerevoli altri danni, ma il problema principale è legato all’aspetto etico, il vero problema è proprio il macello.
Il numero di animali uccisi ogni giorno nel mondo fa paura: mezzo miliardo di animali ogni giorno; 19 milioni di animali ogni ora; oltre 300.000 animali ogni minuto; oltre 5.390 animali al secondo.

Non vogliamo gabbie più grandi, vogliamo gabbie vuote, vogliamo la advantageous della macellazione degli animali, perché è giusto che finisca. Tutte le ingiustizie sono destinate a finire, anche questa dovrà finire”, affermano le associazioni Avi Parma e Meta Parma.
“Sappiamo che hanno investito molti soldi in questo progetto, ma il valore della vita è più importante e non ha prezzo. I maiali mandati al macello sono ancora cuccioli o scrofe sfruttati per gravidanze e poi uccisi, sono maschi e femmine, sono madri e bambini, hanno occhi che vedono, cuori che battono, hanno paura e provano dolore: loro sono esseri senzienti!
Siamo nel 2022, dobbiamo andare avanti e avere il coraggio di cambiare, perché è solo per un’assurda tradizione che i maiali non vengono visti e riconosciuti come creature, proprio come accade in ogni luogo dove ci sono animali sfruttati, imprigionati e uccisi.
Tutto questo non è più sostenibile, soprattutto a livello etico, e non solo.
Lo sfruttamento degli animali sta portando inesorabilmente la nostra stessa specie all’autodistruzione e non possiamo più ignorarlo. Il pianeta è di tutti, e va lasciato anche agli altri, animali compresi, non continuiamo a distruggerlo. Dobbiamo smettere di togliere libertà e vita agli animali, dobbiamo invertire la rotta e cambiare per il bene di tutti, degli ANIMALI, del pianeta e degli stessi umani. Siamo tutti figli dello stesso cielo!
No all’Accademia del Prosciutto di Parma! No all’apertura di nuove strutture che continuano sulla strada dello sfruttamento animale! Un’accademia di prodotti vegetali, invece, sarebbe in linea con le scelte inexperienced di molte aziende che puntano sulle piante per il rispetto del pianeta, dell’uomo e degli animali. Chiediamo quindi di fermare il progetto annullando l’apertura dell’Accademia del prosciutto, oppure di convertirla in un’Accademia dei prodotti vegetali. “
La protesta in difesa dei maiali, esseri senzienti, è stata organizzata in memoria di Cuore, il maiale bruciato per un esperimento giudiziario.
“Cuore period un cucciolo, rinchiuso in una fattoria, nato per essere ucciso, come tutti i maiali per produrre il prosciutto. Cuccioli nati negli allevamenti, cuccioli nati per il macello. Creature rinchiuse ogni secondo, ogni momento, ogni minuto della loro triste e breve vita, fino al giorno della loro uccisione. È davvero questo ciò che vogliamo? La produzione di carne e latte, oltre a far soffrire gli animali, fa soffrire anche il pianeta e ha un’impronta idrica molto alta, consumando molta acqua. Siamo in emergenza siccità, non possiamo più continuare a ignorare la sofferenza degli animali negli allevamenti e nei macelli, ignorando così anche la sofferenza del pianeta. Un mondo migliore, se vogliamo, è ancora possibile e possiamo costruirlo insieme. Animali liberi e uomini liberi. ”

Le associazioni Avi Parma, Meta Parma, Salviamo i macachi di Parma.
Referente Ruggiero Katia

È stata inoltre aperta una petizione: change.org/sonotutticuore

giornale

Informazioni equidistanti e imparziali, offrendo voce a tutte le fonti di informazione

Annuncio

أضف تعليق

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.