Eva Riccobono, la bellezza è semplicità – Magnificence & Health

“La bellezza? L’ho scoperta con l’età. In Sicilia da piccola mi sentivo un po’ come un pesce fuor d’acqua. Là le donne devono essere formose, mediterranee. Mi sono guardata intorno e ho capito che qualcosa non andava. per me la moda è stata terapeutica” . A dirlo, in qualche modo sorprendentemente lo è Eva Riccobono, prime mannequin internazionale, oggi attrice di teatro e cinema, che dalla sua Palermo con quegli occhi quasi di ghiaccio, la pelle pallidissima e i capelli biondi è diventata invece un’icona di bellezza e di stile sulle passerelle di tutto il mondo. “La bellezza, però, non basta. Ai casting c’erano cento ragazze più belle di me. Hanno bisogno di essere accompagnate dai pensieri e dalle sfumature di un essere umano”, racconta, protagonista della Milano Magnificence Week, la settimana dedicato alla cultura della bellezza e del benessere nato da Cosmetica Italia in collaborazione con Cosmoprof ed Esxence, durante l’incontro di Rougj su L’importanza del settore estetico italiano nel panorama europeo.
“Cosa chiedo a un cosmetico? Un po’ quello che chiederei a un amico: che sia sincero, autentico – racconta a margine l’ANSA – Compro sempre in farmacia e solo Made in Italy, anche quando sono in giro mondo. Non ho mai comprato, advert esempio, prodotti americani. Mi fanno un po’ paura. Non mi piace quando una crema “sacchia” troppo di una sostanza chimica. O quando un cosmetico promette trasformazioni impossibili. Penso che lo sia anche un messaggio sbagliato per le nuove generazioni. da trasformare, ma da migliorare”, riflette lei, mamma di due bambini: Leo, 8 anni, e Livia 21 mesi. “La allatto ancora – confessa sorridendo – È bellissima, anche se ogni tanto mi ritrovo a perdere il filo a causa della prolattina”. Lei poi riprende. “A cosa non rinuncerei mai? La crema idratante, soprattutto d’inverno. Per me, che ho la pelle così sottile, è quasi un pelo. E seguo sempre i consigli del mio dermatologo. Con le sfilate mi hanno regalato tanti prodotti, ma alla fantastic ho avuto la pelle distrutta. Oggi non faccio più pasticci. E forse sono l’unica donna del mondo dello spettacolo che non ha mai avuto un cazzo. Per carità, mai dire mai, ma sono contraria a volerlo cambiare con la forza. Il miglior complimento – confessa – me l’ha fatto mio figlio un giorno guardando le rughe sulla mia fronte. ‘Mamma cosa sono queste?’, mi ha chiesto. ‘Sono così belle. Le voglio anche io ‘. il suo viso pullula di collagene – journey – Con tutto il Botox che le donne oggi fanno, però, iniziano a sorgere problemi di relazione con i figli, perché i volti non esprimono più emozioni. E poi – riflette – quello che vedo intorno non mi piacciono: le persone, anche giovanissime, che finiscono per dimostrare il doppio della loro età, ma per me è assolutamente sbagliato voler sembrare più giovane. Quando guardo mia figlia la penso come il futuro della sua giovinezza. E non voglio essere sua sorella, voglio essere sua madre. Sono felice di questo”.
Ma lei, desiderata e corteggiata dai più grandi stilisti, ammirata da folle di fan e modelle per milioni di donne, quando si è scoperta bellissima? “Con l’età, intorno ai 35-38 anni – risponde – Ma più che vedermi bella, ho cominciato advert accettarmi, perché nessuno è mai veramente bello. Ho conosciuto donne bellissime, che si sentivano brutte. Infatti spesso sono quelli. più complessi. È un traguardo che devi raggiungere con te stesso, con un lavoro non di estetica, né di chirurgia, ma di conoscenza e accettazione di chi sei. Questo per me è il capitolo 1 che dovresti studiare per imparare come essere bella”.

أضف تعليق

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.