Gli alimenti vegetali sono sostenibili e inquinano meno della carne animale

Non è esattamente una novità, ma secondo studi recenti, i cibi vegetali e vegani sono molto più sostenibili della carne animale.

Ricetta con carne di verdure (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI OGGI:

Si litiga da anni, chi preferisce consumare carne vera e chi cerca soluzioni different, più etico e più sostenibile. Qual’è la verità? I ricercatori della John Hopkins College negli Stati Uniti hanno fatto luce presentando un lungo studio sulla sostenibilità. I risultati parlano da soli: la carne, oltre a fare male alla salute, contribuisce molto inquinamento ambientale.

Èsurrogati vegetali, consumati da vegetariani e vegani, offerta un’alternativa più verde e più sostenibile di qualsiasi tipo di carne animale. Questi, infatti, hanno bisogno minor consumo di suolo, acqua e nutrienti, riducendo così le emissioni 93% rispetto alla produzione di carne animale.

Meno carne animale e più carne vegetale per il bene del pianeta

cibo vegetale meno inquinante
Hamburger vegetariano (Pixabay)

La carne animale non è una scelta sostenibile. Ciò contribuisce al 15% delle emissioni di fuel serra globale. A questa percentuale, già molto alta, vanno aggiunti il ​​consumo di acqua, nutrienti e suolo, oltre alla perdita di biodiversità. I paesi sottosviluppati, nel prossimo futuro, chiederanno sempre più insistenti richieste per il consumo di carne.

Si stima che entro il 2030 i paesi in by way of di sviluppo aumenteranno del 15% la domanda di carne animale. Una situazione insostenibile per il pianeta. Basta pensate che per produrre un kg di carne di maiale occorrono circa 4 kg di mangime e litri di acqua, oppure per produrre un kg di carne di vacca servono 8 kg di mangime.

La carne prodotta con proteine ​​vegetali, invece, ce l’ha sicuramente minor impatto sull’ambiente. In questo caso, le emissioni di fuel serra Sono un decimo rispetto a quelli emessi dalla produzione di proteine ​​animali. Secondo i dati raccolti dai ricercatori, produrre carne vegetale significa ridurre del 93% le emissioni inquinanti, sfruttare il 98% in meno di suolo e il 77% in meno di acqua.

Nutrizione vegetale, l’alternativa vincente alla carne animale

dieta vegetariana vegana
Spiedini di verdure (Pixabay)

Scegliere di consumare different vegetali non può che fare bene al pianeta, alla nostra salute e ovviamente agli animali. UN scelta sana ed anche etica potrebbe essere la soluzione migliore per il nostro futuro. Il consumo di proteine ​​vegetali aiuta a non sottrarre terreni per costruire fattorie, aumentando così i seminativi, producendo di conseguenza più ossigeno.

Occorre però saper distinguere le proteine ​​vegetali verdi da quelle che invece generano risvolti drammatici. È il caso dell’olio di palma o della soia, che causano la deforestazione in Amazzonia. Il problema non sono i materiali stessi, il problema è ovviamente il capitalismo che spinge sfruttamento sconsiderato del territorio naturale.

Secondo gli esperti, adottare una dieta vegetariana ha molti vantaggi, tuttavia oggi è impossibile garantire questa alternativa all’intera popolazione. circuito integratoI costi sarebbero troppo alti, per non parlare delle difficoltà nel capovolgere le tradizioni e il mercato.

Ci vorrà tempo, molto tempo. Smettere di consumare carne animale, o magari ridurne le quantità, è la cosa più efficace. Mettiti in testa di farlo, ora il mercato ne è pieno ottimi prodotti vegetali, molto buono, capace di riprodurre la consistenza e il gusto della carne vera. Basta fare il primo passo, giova all’ambiente, diventando più pulito, ne beneficiamo noi, diminuendo notevolmente il rischio di malattie, e gli animali da allevamento ne traggono vantaggio, vivendo una vita dignitosa.

Leave a Comment

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.