il combine di campagna per vincere nella vita.

In occasione della ripresa delle scuole, il tecnico della nazionale italiana di pallanuoto, Sandro Campagna, ha scritto una lettera indirizzata a studenti, genitori e scuole. Sport e cultura non si escludono a vicenda ma si completano a vicenda, preparando le generazioni future alle sfide di domani. Là lettera è stata pubblicata su Secolo XIX.

L’abbraccio tra Sandro Campagna e David Martín, allenatore della nazionale spagnola

Cari figli, ma anche cari professori e cari genitori, vado dritto al punto e vi dico che il sistema educativo deve lavorare in squadra. Sono uno sportivo, lo sai, ma non uso questo concetto come un semplice cliché. Sono convinto, anzi molto convinto, che sport-famiglia-scuola debbano essere le componenti dello stesso sistema. E che studio e sport debbano andare avanti insieme, senza preconcetti reciproci, come è sempre avvenuto, advert esempio, nei paesi anglosassoni. Sport, famiglia e scuola, insieme, possono produrre ottimi studenti e ottimi atleti, il che significa cittadini migliori di domani: uno studente che fa bene la scuola e lo sport farà bene nella vita. Il concetto, o meglio il preconcetto che se studi e hai risultati a scuola devi guardare da lontano campi sportivi, palestre e piscine è sbagliato quanto pensare che, per eccellere nello sport, devi essere, come si usava fare diciamo, un po’ un asino a scuola. . Non sono solo gli esempi a supportare la mia tesi. Prendi la Bocconi, il prime dell’istruzione in Italia: stanno pensando di cancellare le tasse degli studenti che escono dai corsi perché, contestualmente allo studio, praticano sport di alto livello.

Sandro Campagna durante i recenti Campionati Europei di Spalato
Sandro Campagna durante i recenti Campionati Europei di Spalato

Riuscire bene a scuola, o all’università, e nello sport è sinonimo di successo, ma non wonderful a se stesso.

Sandro Campagna durante i recenti Campionati Europei di Spalato
Sandro Campagna durante i recenti Campionati Europei di Spalato

Aprire la mente a questa doppia prospettiva significa preparare i giovani con la capacità di sviluppare atteggiamenti che un giorno metteranno a frutto nella vita e nella loro professione. Parto dalla base: fare sport significa comprendere la cultura del sacrificio, della fatica, dell’impegno per ottenere un risultato. Ma riuscire mentre si studia significa anche saper organizzare il proprio tempo, la propria vita, ritagliandosi uno spazio per tutto, anche per il tempo libero. Fare sistema significa un ragazzo che si impegna a fare bene nello studio e nello sport; significa comprendere, per chi sta dietro alla cattedra, questo impegno; e significa aiutare, e mi riferisco ai genitori, ai bambini a fare tutto questo nel migliore dei modi.

Sandro Campagna durante i recenti Campionati Europei di Spalato
Sandro Campagna durante i recenti Campionati Europei di Spalato

La mia vita è la pallanuoto. Cosa insegna? Lottare in un ambiente non facile, perché ci alleniamo e giochiamo in acqua, che non è il nostro elemento. Rimanere calmi e lucidi, anche quando qualche scatto arriva sott’acqua, ed è una metafora, perché nella vita non mancano gli scatti sott’acqua. E poi, cari ragazzi, nell’acqua si galleggia, a volte si finisce sotto o proprio come quando succede una domanda, un esame o qualcosa che non si vuole – ma poi si torna in superficie e si segna anche.

Sandro Campagna

Leave a Comment

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.