Pelit (Ti – Rex Sport): “Il valore dell’inclusione attraverso lo sport”

La voglia di continuare a vivere dopo una malattia dovuta a una grave disabilità può e deve essere un esempio per tutta la società. In questo, Murat Pelita cui, a 22 anni, è stata diagnosticata una a tumore maligno all’osso sacro, ha dimostrato di avere a temperamento adamantino. In particolare, dopo questo evento traumatico, grazie al suo grande impegno, è riuscito a diventare uno dei campioni della Nazionale Paralimpica sci alpino.

L’esperienza Ti-Rex Sport

Murat invece, il cui nome in lingua turca significa “felice”ha anche saputo dare advert altre persone con disabilità la gioia che si prova nel fare sportattraverso la creazione di un’associazione denominata “Ti-Rex sport” che si propone di includere le varie fragilità attraverso il pratica sportivacon il supporto di aiuti speciali che hanno lo scopo di consentire numerous attività advert alto contenuto adrenalinico in contesti particolari quali i sentieri e il strade di montagna in piena comodità e sicurezza. In altre parole, l’esperienza Ti – Rex significa abbattere le barriere e lo stigma verso le persone con disabilità, attraverso lo sport come strumento per generarne una compagnia migliore E più attento alla fragilità. Interris.it ha intervistato su questa esperienza di inclusione Murat Pelitfondatore e presidente di “Ti-Rex Sport”.

Murat Pelit, presidente e fondatore di Ti – Rex Sport

L’intervista

Come è nata l’associazione “Ti-Rex sport” e quali obiettivi ha?

“Ti-Rex Sport nasce in Svizzera, nel Canton Ticino, da un’concept mia condivisa anche dai miei soci. Miriamo a far vivere emozioni in montagna alle persone con e senza disabilità, attraverso l’uso di biciclette speciali, cercando di creare inclusione. “

Che valore ha per te l’inclusione attraverso lo sport?

“L’inclusione attraverso lo sport ha un valore altissimo, è alla base di ciò che fa “Ti-Rex Sport”. Uno dei nostri grandi obiettivi è includere le persone con disabilità in questo senso, ma anche far vivere ai loro parenti e amici momenti su tre e due ruote insieme. “

Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro? Come può chiunque lo desideri aiutare la tua azione?

“Il nostro obiettivo principale per il futuro è cercare di rendere più percorsi accessibili alle persone con disabilità, sensibilizzare chi sta realizzando un percorso, sul fatto che qualcosa si può creare anche per questo tipo di biciclette. Chi vuole aiutarci può seguirci su tutti i canali social e sul nostro sito www.tirex.ch. “

Se vuoi commentare l’articolo invia una mail a questo indirizzo: scrivi ainterris@gmail.com

avviso: gli annunci che compaiono sulla pagina sono gestiti automaticamente da Google. Nonostante abbia messo tutti i filtri necessari, può capitare di trovare dei banner che destano perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ci scusiamo con i lettori.

Articolo precedenteQuali armi ha la salute pubblica per arginare una pandemia
Articolo successivoCosa resterà nella Chiesa kazaka del pellegrinaggio papale

Leave a Comment

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.