Pesce blob: tutto quello che c’è da sapere sul blobfish, uno degli animali più curiosi (e brutti) del mondo

Un pesce del tutto singolare considerato da molti tra i più brutti sulla faccia del pianeta, è il Blobfish o Blob fish, una specie che è diventata popolare per il suo aspetto grazie alla Ugly Animal Preservation Society che si batte per la protezione degli animali in in through di estinzione non così bello e interessante come altri nel mondo

È sicuramente tra i pesci più curiosi che ci siano, molti lo definiscono “brutto” ed effettivamente il Pesce chiazzato o Pesce chiazzato divenne famoso proprio per questo motivo. Il pesce è stato scelto come simbolo della campagna della Ugly Animal Preservation Society, associazione che tutela specie del regno animale che non godono di molto interesse o di adeguata protezione da parte della comunità mondiale perché thoughtful brutte.

Solo che non è un pesce carino, infatti si sa molto poco di questo animale che popola gli abissi oceanici dove depone un numero inimmaginabile di uova. Eppure ogni anno centinaia di Blobfish finiscono nelle reti a strascico dei pescatori, ma la storia non fa notizia. Per questo è importante proteggere questi esemplari, così come le altre creature meno carine del pianeta.

Scopriamo di più sul Blob Fish, il re delle creature più brutte di sempre, il cui aspetto si discosta di gran lunga dai canoni estetici più comuni e la cui espressione, apparentemente triste, è stata usata per meme, put up e loghi pubblicitari, diventando a dir poco virale.

Descrizione

blog pesce

@ 123rf.com

Il Pesce chiazzato o Blobfish Psychrolutes marcidus è un pesce appartenente alla famiglia di Psychrolutidae. Questa specie è di un grigio perla sbiadito, un colore che diventa rosa non appena l’animale viene tirato fuori dall’acqua.

Il pesce è privo di squame e ha cartilagini morbide e leggere, ma non un vero e proprio scheletro. Inoltre non ha la vescica natatoria, un organo interno simile a un palloncino che, riempiendosi e svuotandosi di aria, permette ai pesci di galleggiare o meno nell’acqua.

Il Blobfish ha una testa grande che costituisce il 40% della sua massa corporea, occhi scuri, una sorta di naso prominente, due pinne e un corpo piuttosto rotondo che si assottiglia sempre di più verso la coda. L’animale è di taglia piccola, in media un Pesce Blob non supera mai i 30 cm e pesa meno di 2kg.

Habitat, dove vive?

Il Blobfish è un pesce abissale che vive al largo di Australia, Tasmania e Nuova Zelanda a una profondità compresa tra 600 e 1200 m. Sebbene non abbia una vescica natatoria, il Blobfish galleggia leggermente sopra il fondo dell’oceano.

Questo perché il suo corpo ha una densità leggermente inferiore a quella dell’acqua e questo gli ha permesso di sopravvivere in quell’ambiente profondo dove la pressione può essere più di 100 volte quella dell’atmosfera.

Cosa mangia il pesce blob?

La dieta del Blobfish è composta da crostacei, crostacei – compresi granchi e piccole aragoste – e ricci di mare. Questa specie si nutre anche della cosiddetta neve oceanica, ovvero del materiale organico di diversi centimetri di diametro che, proprio come la neve o la pioggia, si deposita sui fondali oceanici e rappresenta un alimento per molte specie abissali.

Anche il modo in cui il Blob Fish si procura il cibo è particolare: il pesce non insegue la sua preda, ma si posiziona in un punto strategico, aspettando pazientemente che queste gli finiscano nelle fauci.

Riproduzione

Come molti altri pesci di acque profonde, il tasso di riproduzione del Blobfish è molto lento. La femmina predilige i fondali rocciosi dove si sdraia da 1000 a 100.000 uova in un unico ciclo. Le sue uova sono molto leggere e formano un enorme grappolo, che la femmina controlla scrupolosamente fino alla schiusa.

L’intero processo riproduttivo, come abbiamo appena specificato, è molto lungo. In effetti, si stima che i Blob Fishes raggiungano la maturità sessuale piuttosto tardi e possono vivere fino a 130-150 anni.

Stato di conservazione

Come non è difficile immaginare, il Blob Fish è una specie ancora troppo poco studiata. L’animale non è inserito, advert esempio, nel database dell’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN). Per questo motivo è difficile stimare quanti esemplari ci siano nel mondo, in che misura questa specie risenta dei cambiamenti climatici o quali predatori naturali ne riducano il numero.

Tuttavia, la più grande minaccia per questo pesce di acque profonde è la pesca a strascico intensiva. Questo pesce cade vittima delle reti a strascico, senza possibilità di essere rilasciato in mare. Il Blobfish muore, infatti, quando viene portato in superficie.

Nonostante il suo areale sia abbastanza vasto e il pesce non venga catturato per la sua carne, altrettanto numerosi sono i pescherecci della regione e gli incidenti che provocano la morte di centinaia di esemplari di Blobfish, intrappolati nelle reti.

Curiosità

Uno dei Blobfishes più conosciuti è quello catturato al largo della Nuova Zelanda nel 2003 durante la spedizione di ricerca NORFANZ. L’esemplare, attualmente conservato aMuseo Australianoè stato dato il nome di Mr Blobby.

L’aspetto del Blobfish non è affatto deforme e inquietante come quelli che sono finiti nelle reti dei pescatori. Essendo stato portato in superficie a una certa velocità ea causa della pressione, il Pesce Blob morto assume un aspetto molto più brutto di quello reale. Il loro corpo crolla e diventano una massa gelatinosa.

Nel 2013 il Blobfish ha trionfato al concorso organizzato dalla Ugly Animal Preservation Society, vincendo il titolo di animale più brutto che ci sia. Da allora il pesce è diventato il simbolo del promotore dell’iniziativa, volta a proteggere le specie in through di estinzione che, per il loro aspetto, non fanno tanto rumore rispetto a un orso polare, un panda e così through.

Seguici su Telegramma | Instagram | Fb | Tic toc | Youtube

Leggi anche:

أضف تعليق

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.