Pitbull morde un uomo e uccide due polli, abbattuti




Foto d’archivio

S.i è chiuso con una denuncia per lesioni colpose e una causa per aver ucciso un animale lì fuga di due cani, razza pitbull, dal cortile.
I fatti risalgono al pomeriggio di sabato 23 luglio a Villa Fontana, frazione di Medicinadove vive il proprietario dei due animali.
Sembra che i cani abbiano trovato un modo per scappare dal recinto della casa e scappare per le vie del borgo. La loro corsa si è conclusa nel cortile di una casa vicina a quella del proprietario dei cani dove i due animali hanno attaccato alcune galline rimani lì, uccidendone due.
«Il proprietario delle galline a quel punto è arrivato nel cortile e ha cercato di proteggere i suoi animali – ricostruiscono i carabinieri dell’affitto di Medicina -. Fu allora che uno dei due cani ha aggredito l’uomo, un 61enne, provocando lesioni al polpaccio, alla mascella e al viso». Le grida del 61enne hanno catturato l’attenzione del figlio di 28 anni che ha lasciato la casa con in mano un fucile da caccia detenuto regolarmente per cercare di aiutare il padre che è stato aggredito. “Il 28enne ha sparato a uno dei due cani, uccidendoloe mettendo in fuga l’altro animale “rapporto dall’arma.
Ma quando il peggio sembrava essere passato, sul luogo dell’aggressione è arrivata la proprietaria dei due cani, una ragazza di 25 anni che, vedendo uno dei suoi animali a terra senza vita, si è arrabbiata. Ne seguì un tumulto che richiese l’intervento dei Carabinieri di Medicina. «Il proprietario dei due cani ha affermato che l’altro cane avrebbe aggredito l’uomo e che il 28enne avrebbe ucciso l’animale sbagliato, di carattere più mansueto – riferiscono il tenente -; poi il 25enne ha intentato una causa per aver ucciso un animale. Contestualmente, la giovane è stata denunciata per le lesioni colpose provocate al padre della 28enne dai cani di sua proprietà».
Il 61enne ferito è stato trasportato in ospedale dove gli è stata knowledge una prognosi di 15 giorni. Nei prossimi giorni è prevista una visita specialistica per valutare l’entità delle lesioni riportate al volto e alla mandibola. Le indagini dei carabinieri continuano a ricostruire l’accaduto nei minimi dettagli.


© Tutti i diritti riservati







أضف تعليق

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.