Premio + bellezza in valle, ecco i 10 finalisti della terza edizione – Newsbiella.it

Siamo quasi li! Mancano poco più di tre settimane alla cerimonia di premiazione della terza edizione del Premio + Bellezza in Valle.

Nei mesi scorsi i giurati hanno avuto il compito di selezionare i 10 progetti finalisti, 5 per la Sezione Edilizia e 5 per la Sezione Ambiente, da una rosa di 30 progetti candidati, distribuiti in tutti i Comuni della Provincia di Biella. Compito difficile, perché ogni candidato ha dimostrato con il suo intervento un grande attaccamento al territorio. Ma solo due di questi saranno i vincitori, contraddistinti dalla loro particolare adesione agli obiettivi del premio: mettere in luce e valorizzare la bellezza del nostro territorio partendo dal presupposto che il miglioramento estetico del paesaggio di un territorio contribuisce alla qualità della vita di chi lo abita e di chi lo frequenta.

Chi saranno i vincitori?

Nel frattempo, ecco l’elenco dei 10 progetti finalisti:

Sezione Edilizia

• La Fontana della Piana di Barbato – Cascina dei Prapien (Valdilana): l’intervento è stato realizzato dal casale La Cascina dei Prapien per regolare una sorgente esistente. Consiste nella realizzazione di due cisterne, ben combine nel paesaggio, che assumono un ruolo funzionale come abbeveratoio per il bestiame dell’azienda e valorizzano una risorsa sempre più compromessa, l’acqua.

• Native Thoughts – Il centro con la mente intorno (Biella): è uno spazio aperto ai cittadini che la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella ha voluto restituire alla città restaurando Villa Boffo e mettendola a disposizione della sezione AIMA. di Biella. Coinvolti anche l’ASL BI, il Comune di Biella, la Provincia di Biella, i Consorzi IRIS e Cissabo e l’Ordine dei Chirurghi e Odontoiatri di Biella. Mente Locale è dedicato a tutti coloro che vogliono avvicinarsi e approfondire il tema della memoria.

• Recupero di un edificio dismesso Casa Teca (Biella): l’intervento si basa sul recupero di un piccolo edificio rustico sulle colline biellesi, attraverso la realizzazione di un’opera contemporanea in equilibrio con il territorio e aperta a nuove opportunità di relazione. Il progetto dell’Arch. Delrosso prevedeva che il sistema murario rurale diventasse la base da cui partire per creare un edificio leggero e trasparente.

• Recupero di un progetto dell’Antico Borgo Montano “La Bursch” (Campiglia Cervo): il progetto consiste in un intervento di recupero sostenibile e conservativo delle caratteristiche storico-culturali di un vasto motionless della famiglia Barbara Varese in frazione Oretto, inizialmente adibito a eventi aziendali, poi, con l’ampliamento degli spazi e la bonifica dei boschi circostanti, adibito a rustic home aperto tutto l’anno, con anche un servizio di ristorazione che propone prodotti a Km 0.

• Recupero e restauro conservativo – tinteggiatura della Chiesa Parrocchiale di S. Giorgio (Coggiola): Don Carlo Borione intraprese il rifacimento della facciata della Chiesa Parrocchiale che negli anni si period deteriorata per distacco di parti di intonaco e caduta di macerie . La scelta del colore è stata effettuata, seguendo una stratigrafia, dalla Soprintendenza alle Belle Arti di Torino.

Sezione Ambiente

• Ampliamento Parco delle Cave – Rifacimento strada cava e space pic-nic al balcone di Pila (Campiglia Cervo): l’amministrazione ha recuperato l’altro lato della cava (territorio dell’ex Comune di Quittengo) e la vecchia strada delle Cave di Pila, un tempo utilizzato per il trasporto di pietre. In cima alla strada nel belvedere di Pila è stata realizzata un’space pic-nic e un solarium con 3 chaise longue.

• FUTURE IS NATURE PLAYGROUND – Il campeggio ricreativo (Sala Biellese): questo progetto nasce da un’concept di Francesco Trovò che ha realizzato un campeggio ludico. Dopo circa 10 anni di totale abbandono del precedente campeggio, si è reso necessario un pesante intervento di riqualificazione del verde e rifacimento delle strutture e degli impianti.

• I segreti delle erbe: luogo magico dove i pianeti incontrano la terra (Netro): Rosella Rasori propone “I segreti delle erbe” di Netro. I visitatori possono prenotare attività esperienziali di profumeria naturale, cosmesi, distillazione, riconoscimento di erbe selvatiche e visite guidate. L’ultimo progetto che ha visto la luce, grazie anche al contributo del GAL Montagne Biellesi, è la realizzazione del “Giardino cromatico planetario”, un viaggio sensoriale.

• Sentiero dello Stibarone (Zubiena): si tratta di un’operazione di pulitura del terreno Stibarone, acquisito nel 1886 in frazione Belvedere da 54 “comunisti” (coloro che avrebbero utilizzato il terreno in comune) per la coltivazione e il taglio del legno.

• Angolo fiorito con lavatoio in Valle Cervo (Campiglia Cervo): si è reso necessario il rifacimento del muro esterno del lavatoio del Piaro, in Alta Valle Cervo, risalente alla fantastic dell’800, in corso di sgretolando. Sono stati inoltre effettuati interventi di manutenzione e reimpianto dell’space circostante.

La giuria è presieduta da Corrado Panelli, medico forestale, e composta da Elena Accati, agronomo e scrittrice, Luisa Bocchietto, architetto e designer, Alberto Barberis Canonico, imprenditore, Andreas Kipar, paesaggista, Cristina Natoli, architetto e funzionario della Soprintendenza del Belle Arti e Paesaggio, Michelangelo Pistoletto, artista, scultore e pittore, Andrea Rolando, ingegnere e docente universitario e Giovanni Vachino, architetto.

Corrado Panelli, Presidente di Giuria: «Alla 3° edizione del Premio abbiamo avuto 30 interventi candidati, tutti meritevoli di riconoscimento per la loro sensibilità al concetto di Bellezza, soprattutto considerando quante persone lavorano per il territorio. Con difficoltà, vista la qualità degli interventi, abbiamo individuato, tra tutte le proposte candidate, quelle che secondo noi contribuiscono maggiormente al miglioramento del territorio e della sua percezione sia del paesaggio che della società e, quindi, della qualità della vita in senso lato. Tra i dieci finalisti individueremo il vincitore di ogni categoria. Mi auguro che ogni progetto, anche il più piccolo, possa essere contagioso e possa costituire un altro passo verso una sempre maggiore ricezione del nostro messaggio”.

Luisa Bocchietto, membro della Giuria: «È stato difficile scegliere i progetti finalisti sia perché il Premio è cresciuto molto in poche edizioni, anche dal punto di vista territoriale, sia perché, allo stesso tempo, la qualità del anche i progetti candidati sono aumentati. Un concorso serve sempre per individuare i progetti più significativi ma anche per trasmettere messaggi attraverso gli interventi premiati: come giuria, il nostro intento è chiarire che nelle due categorie, che hanno destinazioni various, i progetti più dimostrativi di come le persone saranno premiati potranno contribuire concretamente con la loro azione advert accrescere la bellezza del territorio».

La cerimonia di premiazione avrà luogo il8 ottobre a Palazzo Gromo Losa.

In questa occasione, come già accaduto nelle precedenti edizioni, la Giuria assegnerà il Premio Reda per la bellezza a soggetti, persone o organizzazioni che si siano distinti per la particolare qualità delle iniziative volte a migliorare la bellezza nel Territorio. Per ulteriori informazioni o chiarimenti contattare data@premiopiubellezzainvalle.it.

Il Premio, nato nel 2019, è promosso dal Rotary Membership di Valle Mosso e ha lo scopo di mettere in luce e premiare gli interventi edilizi o ambientali che migliorino la bellezza del nostro territorio.

Il Premio è patrocinato da Successori Reda, Banca Sella, Sellmat, Yukon, Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Orange Pix, Scarlatta e patrocinato dalla Fondazione Italia Patria della Bellezza.

Per ulteriori informazioni anna.maiorana95@gmail.com oppure n.carrera@sai-ingegneria.it.

cs Premio + bellezza in Valle – ab

Leave a Comment

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.