questo animale estinto sarà riportato in vita presto

Il 7 settembre 1936 Benjamin, l’ultima tigre della Tasmania, morì e la specie si estinse per sempre. Dopo qualche decennio abbiamo la possibilità di riportare in vita la creatura grazie a una recente donazione di 3,6 milioni di dollari al laboratorio Tilacine Built-in Genetic Restoration Analysis (TIGRR) dell’Università di Melbourne.

Gli habitat della Tasmania sono rimasti immutati dalla loro scomparsa causata dall’uomo e, per questo e altri motivi, La “de-estinzione” potrebbe essere più facile da implementare. Come verranno riportati in vita questi animali?

Nel 2018, un staff di scienziati ha pubblicato la prima sequenza del genoma di un tilacino utilizzando il DNA di un giovane esemplare conservato al Melbourne Museum. In precedenza il codice genetico di questa creatura period incompletoma i recenti progressi nella “decrittazione” del DNA hanno permesso di ottenere tutte le informazioni necessarie.

Gli scienziati attualmente stanno in piedi esaminando specie “simili” per la compatibilità con quest’ultimo, in modo da comprendere la quantità e l’entità dei cambiamenti necessari per creare una cellula marsupiale simile a un tilacino. Quando tutte queste informazioni saranno acquisite, inizierà la sperimentazione in stile “Jurassic-park”: le cellule di un tilacino verranno iniettate in un ovulo di un topo marsupiale dai piedi stretti, un marsupiale australiano.

C’è una grande differenza tra il topo e il tilacino; il primo ha le dimensioni di un criceto mentre il secondo un cane, ma fortunatamente i marsupiali sono tutti della stessa taglia alla nascita e questo non dovrebbe essere un problema perché, semplicemente, la tigre della Tasmania verrà allevata separatamente dal resto della cucciolata.

Incredibile, vero?

أضف تعليق

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.