Sport: dalla Regione € 400.000 per aiutare le famiglie numerose. 171mila a Ravenna

Parere favorevole del Commissione Cultura alla delibera della giunta che stanzia 400mila euro per agevolare le famiglie con quattro o più figli o ragazzi con disabilità nell’iscrizione allo sport. L’intervento è attuato sotto forma di buoni del valore nominale massimo di 200 euro e mira a garantire un numero minimo di buoni ai piccoli comuni che, altrimenti, sarebbero penalizzati.

“Il provvedimento – ha spiegato il sottosegretario alla presidenza – è sulla scia del contributo versato nella stagione 2020-2021, per circa 3,3 milioni di euro, sotto forma di ‘voucher sport’. Per la stagione 2022-2023 saranno stanziati 400mila euro per sostenere le fasce più delicate della popolazione: famiglie numerose o con presenza di bambini con disabilità. L’ISEE di riferimento va da zero a 28mila euro e le quote saranno cedute a Comuni o Unioni di Comuni che le distribuiranno alle proprie comunità attraverso appositi bandi. Il numero dei voucher assegnati va in proporzione alla popolazione”.

Nello specifico, ha annunciato il sottosegretario, “sono stati predisposti 444 buoni per la provincia di Bologna, per Piacenza 133, per Ferrara 154, per Modena 318, per Parma 207, per Ravenna 171per Reggio Emilia 239 e per Rimini 135”.

“Non sfugge – ha concluso – che il provvedimento si inserisce in una fase storica in cui anche il mondo dello sport sta soffrendo per l’aumento dei costi. A tal proposito sono stati convocati tavoli di confronto con i Comuni e con le associazioni sportive per avere un quadro della situazione: la condizione di emergenza va monitorata passo dopo passo. Di fronte alla temuta possibilità di chiusura degli impianti sportivi, i voucher rappresentano anche un incentivo al loro utilizzo. Il criterio di ripartizione dei voucher in base alla popolazione è stato frutto di una riflessione politica ed è importante che i Comuni contribuiscano a diffondere questa opportunità”.

Per Forza Italia “Dobbiamo andare oltre l’ISEE come criterio per sostenere chi è in difficoltà. È quindi apprezzabile che nell’assegnazione dei voucher per lo sport si tenga conto degli oneri familiari o della presenza di figli con disabilità. Solo ‘nota’: la logica della distribuzione basata sul numero degli abitanti può essere fuorviante. Uno studio più specifico aiuterebbe in una migliore redistribuzione”.

Lista Bonaccini ha sottolineato: “È accettabile mettere a disposizione questa cifra per l’anno sportivo 2022-2023 per rafforzare il sostegno alle famiglie. L’indomani della pandemia e le bollette costose mettono in luce difficoltà e i voucher indirettamente rappresentano un aiuto anche per le società sportive. L’auspicio è che i trasferimenti avvengano in tempi rapidi e che i Comuni pubblicizzino questa iniziativa della Regione”.

Il Partito Democratico ha aggiunto: “Questo stanziamento fa parte di un più ampio quadro di misure dedicate allo sport. Da un lato si sostiene l’offerta, visto il momento delicato dovuto all’aumento dei prezzi, dall’altro si sostiene la domanda intercettando i bisogni delle famiglie. Lo sport, oltre ai benefici individuali, favorisce la socializzazione, per questo va rimosso ogni ostacolo che ne ostacola la pratica”.

Un tecnico della Regione ha ricordato che «nella precedente suddivisione dei buoni si è tenuto conto del fatto che una parte delle risorse potrebbe rimanere non corrisposta, per cui è stata scritta una clausola di garanzia che permetterebbe ai comuni di utilizzare le risorse sempre nell’ambito della “attività sportiva. L’utilizzo delle risorse è stato superiore al 95% per il quale è stata riproposta la modalità di suddivisione”.

Leave a Comment

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.