Sport e inclusione, sulla spiaggia di Pane e Pomodoro arriva l’unicità villaggio ‘Puglia 0 Barriere’

Due giorni di eventi per sensibilizzare i cittadini sul tema dell’inclusione e sul valore delle differenze. Sabato 17 e domenica 18 settembre approda sulla spiaggia di Pane e Pomodoro il ‘Villaggio dell’unicità’ di ‘Puglia 0 Barriere’, la manifestazione, alla sua prima edizione, promossa dal Centro Servizi Volontariato San Nicola e dalla cooperativa Zerobarriere.

Alla presentazione erano presenti Rosa Franco e Alessandro Cobianchi, rispettivamente presidente e direttore del CSV San Nicola, la stilista Carmela Palermo in rappresentanza di Zerobarriere e la responsabile advertising and marketing del gruppo SOA Maresa Conte, alla presenza degli assessori comunali allo Sport, Welfare e Politiche. .

La manifestazione, alla sua prima edizione, si terrà sabato 17 e domenica 18 settembre con una serie di appuntamenti al Villaggio dell’Unicità, che aprirà i battenti sabato alle 10.30, sulla spiaggia di Pane e Pomodoro: all’interno del stand delle associazioni sportive impegnate in attività paralimpiche e di volontariato sul territorio, aziende del settore sanitario e dei servizi dedicati al settore della disabilità, punti di animazione ed eventi culturali. Saranno inoltre organizzate attività di sensibilizzazione rivolte principalmente alle scuole e colloqui con gli atleti paralimpici.

Durante le due giornate verranno presentati i progetti “Rampe del Sorriso” realizzati da SOA, “Cantieri Sociali” di ANCE Giovani Puglia e verrà lanciata la raccolta fondi per l’acquisto di hug bike per la scuola di ciclismo Franco Ballerini.

Domenica 18 settembre si terrà a Pane e Pomodoro la quarta edizione della manifestazione sportiva “Bari Zerobarriere”, organizzata dalla cooperativa Zerobarriere in collaborazione con l’Asd Otrè Triathlon Workforce e il Comitato Puglia della Federazione Italiana Triathlon. Per la prima volta in Italia, sotto l’egida della World Triathlon Federation e con il patrocinio di FITri. e del CIP, si svolgerà la Europe Triathlon Para Cup: alle 8.45 52 atleti provenienti da tutto il mondo si sfideranno alla conquista dei punti per qualificarsi alle Paralimpiadi di Parigi 2024. Alle 12, invece, spazio alla finale di il circuito italiano di paratriathlon, con la partecipazione di circa 40 atleti per regione.

“Si tratta di un evento importante per quanto riguarda lo sport della nostra città e non solo – ha esordito l’assessore allo Sport, Pietro Petruzzelli – poiché molte altre città italiane parteciperanno alla giornata indetta dalla fondazione SportCity. La domenica verrà promossa la pratica sportiva e, con essa, verranno evidenziati tutti i benefici che ne derivano. Pertanto, il Centro Servizi Volontariato San Nicola, la cooperativa Zerobarriere e l’Assessorato allo Sport porteranno il tema fondamentale dello sport inclusivo accessibile a tutti all’interno di questo entusiasmante evento”.

«Anche quest’anno, in chiave diversa, portiamo a Bari questa iniziativa di cui siamo particolarmente orgogliosi non solo per il valore sportivo ma soprattutto per la sua connotazione educativa e culturale – ha affermato l’assessore all’Istruzione e alle politiche giovanili, Paola Romano – Per questo abbiamo invitato a partecipare tutte le scuole della nostra città, alcune di esse avranno l’opportunità di partecipare advert attività sportive e conoscere gli atleti di Paratriathlon, osservandone da vicino la forza e l’impegno.Educare i cittadini allo sport e le sue modalità di inclusione sono da anni il nostro obiettivo”.

“Siamo felici di sostenere il Villaggio dell’Unicità – ha proseguito l’assessore al Welfare, Francesca Bottalico – sia per il significato intrinseco dell’evento di creare un luogo dove ognuno è unico nelle sue differenze, sia per la qualità della proposta del Centro San Nicola Voluntary Service e di Zerobarriere, che rappresentano per noi un accomplice molto importante, con cui discutiamo quotidianamente i temi dell’inclusione sociale e del superamento delle barriere architettoniche e nei prossimi anni continueremo a lavorare per migliorare la città in in termini di accessibilità e servizi, ma soprattutto per promuovere una cultura che superi la diversità, che non esiste se non nella testa di chi vive di pregiudizi”.

“Siamo entusiasti di intraprendere questa nuova avventura con Zerobarriere – ha concluso Rosa Franco – perché siamo convinti che attraverso lo sport si possa favorire il superamento di qualsiasi tipo di barriera, architettonica o mentale. Favorire la conoscenza e la collaborazione tra associazioni e persone che si battono per un obiettivo comune è il nostro obiettivo fondamentale, per questo riteniamo estremamente importante l’organizzazione del P0B”.

“Per vivere la vita – ha commentato il presidente della cooperativa Zerobarriere Marco Livrea, che non ha potuto intervenire in conferenza stampa – il mondo o parte del mondo che si vuole conoscere deve essere inclusivo. Per poterlo raggiungere, la strada deve essere priva di barriere architettoniche. Con P0B vogliamo dimostrarlo”.

Nel Villaggio dell’Unicità gli studenti avranno accesso a manifestazioni di “calcio integrato” organizzate dall’associazione “Vinci con Noi”, di ciclismo a cura della scuola di ciclismo Franco Ballerini, di vari sport grazie ai volontari dell’ASD Oltresport Trani e di carrozzina basket insieme all’associazione Age Trani e all’ASD Fortitudo. Verrà inoltre allestito il corso “Oltre i limiti” in cui i bambini, bendati, dovranno utilizzare gli altri sensi e altri tipi di ausili per superare alcuni ostacoli. Presente anche l’artista Anna Leo che intratterrà gli ospiti con dimostrazioni di String Artwork, l’arte decorativa nata per insegnare la matematica ai bambini e poi divenuta mezzo di espressione grafica che dà vita alle immagini attraverso la creazione di “curve senza curve”. Verrà organizzato anche il “Giochi in Gamba” che vedrà i bambini normodotati utilizzare una sedia a rotelle per annullare le differenze rispetto a chi vive con disabilità. Chiuderà la giornata di inaugurazione Zero trend evening, la sfilata di donne con turbante ideata dalla stilista Carmela Palermo in collaborazione con l’associazione culturale Uì Insieme. Per l’occasione verrà presentata anche la nuova linea di abbigliamento “0SBATTI”, ideata dallo stilista, con l’aiuto di Zerobarriere, per facilitare la vestizione delle persone con mobilità ridotta.

Leave a Comment

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.