Sport Pageant, a Trento: da Pilato e Ceccon, con Pellegrini

In scena e in mostra: il Divino si racconta. Poi la coppia del ranocchio e il primatista di schiena: “La nostra property d’oro”

Un anno d’oro: globale ed europeo. Con vista su Venezia. Perché Benedetta Pilato, dopo aver trionfato con il titolo mondiale ed europeo nei 100 rana, ha poi trascorso una vacanza nella città lagunare, dove il 27 agosto ha sposato Matteo Giunta, Federica Pellegrini che venerdì 23 sarà la specialissima protagonista di un sport negli anni è diventato estremamente popolare grazie soprattutto alle sue gesta. E quest’anno al Trento Sport Pageant Fede raddoppia. Omaggio a una carriera probabilmente irripetibile: venerdì 23 alle 20.30 all’Auditorium Santa Chiara di Trento, la Divina parlerà del “mio stile libero”. Alla Fondazione Cariplo sarà inoltre allestita una mostra permanente su Federica.

il Divino raddoppia

Anche per Religion questo 2022 rimarrà indimenticabile dopo il ritiro agonistico avvenuto lo scorso 30 novembre. Prima c’period lei a rendere magiche e sull’onda le estati blu in piscina, ora c’è uno squadrone che solo in corsia ha conquistato 9 podi con 5 ori (document) ai Mondiali di Budapest e 35 medaglie al Campionati Europei a Roma con 13 ori (document). E a contribuire a questo prezioso bottino è stato il trio che – domenica 25 settembre alle 12.30 all’Auditorium Santa Chiara – salirà sul palco dello Sport Pageant: Thomas Ceccon, Nicolò Martinenghi e Benedetta Pilato si alterneranno nel discuss “Acqua Azzurra” . La rana Benedetta è diventata grande anche nei 100 rana, la specialità olimpica. Crescendo è passata alla doppia vasca, quella che più conta, dopo aver preso tutto nei 50 metri in cui si è rivelata a 14 anni, diventando la prima medaglia italiana ai Mondiali, ea 16 la più giovane italiana primatista mondiale. A soli 17 anni la donna tarantina è diventata una campionessa capace di salire sul palco e ora guarda ai Giochi di Parigi con più fiducia, ancora più certezza, lei che è un’agonista: “Un anno l’oro mondiale nei 100 non è Me lo sarei aspettato”. E invece Benny va sempre più veloce: parte dalle sfide interne per poi primeggiare contro il resto del mondo. Ormai è una costante. E intanto studia, si diverte (nella sua property anche il palcoscenico con Jovanotti), punto di riferimento all’interno di una linea verde nazionale in cui non è più la più giovane, dall’irruzione della sedicenne- il vecchio Lorenzo Galossi. Benny condivide con Nicolò Martinenghi la specialità più tecnica, il membership (Aniene), la verve tipica dei corridori, sempre protagonisti. Sarà stuzzicante vederli insieme a Trento per parlare di nuoto e non solo. Un anno fa Tete period al Pageant per parlare delle sue Olimpiadi di bronzo (nei 100 rana e nella staffetta mista): quest’anno quei metalli sono diventati più preziosi e lui capisce davvero l’oro anche fuori dall’acqua, grazie al padre orafo che ha già creato una collana esclusiva. Tete dopo l’oro mondiale di Budapest si è emozionato ed emozionato agli Europei di Roma per il doppio successo individuale completato dal trionfo nella staffetta mista. Tre ori europei in casa: una cifra enorme. “Mi è piaciuta tutta l’atmosfera, non potevo chiedere di più, e ora posso iniziare il biennio verso i Giochi di Parigi”. Nel 2023 si ritroverà in corsia accanto al campione olimpico Adam Peaty, che ancora oggi considera “il numero 1 nella specialità, ha il document del mondo, ma io mi sto avvicinando, ora ho più consapevolezza dei miei mezzi” . Tete (come lo chiamano tutti) vince anche quando non è al high, migliora anche quando è stanco dopo tante gare come per il 58″26 nei 100 (lo stesso tempo con cui ha ribadito il trionfo di Budapest nei Roma) e sul 26″71 che lo vede sempre più vicino al mondiale da baronetto, è un personaggio ancora da scoprire. È uno dei volti vincenti di questo nuoto che sfonda e si rinnova. “Siamo uniti squadra, ci tiriamo a vicenda”. E se pensa a un gol per il 2023, può solo dire “pronti a rompere la barriera dei 58”. Le meraviglie di Tete, 23 anni, non sono finite, insomma sono appena iniziate : un po’ come Thomas Ceccon, più giovane di Tete a soli 21 anni, più versatile di Tete avendo vinto entrambi nelle retrovie (con l’incredibile document del mondo di 51″60), e sempre veloce a subentrare nella staffetta mista. i trionfi della 4×100 che hanno battuto gli americani e si sono confermati i migliori degli Europei ora dipendono dalla loro velocissima i cambiamenti. Ceccon è stato sopraffatto dalla popolarità dopo aver realizzato la gemma arcobaleno. Sono iniziati gli approcci a Phelps (“no grazie, fa altre gare e ha vinto tanto rispetto a me”, a Spitz per i baffi (e infatti li ha tagliati). Troppi paragoni da far girare la testa: meglio un Breve fuga a Londra, cellulare nuovo da acquistare e allenamenti da riprendere subito a high quality agosto a Verona, nella stessa piscina dove la Fed stava preparando i suoi trionfi.

perfezione

L’anno mondiale che verrà (a Fukuoka) sarà ancora più intrigante: perché dopo aver battuto gli americani, ora Thomas vorrebbe battere i russi, assenti in questa stagione a causa della guerra. “Ho ancora margini, voglio migliorare perché facciamo ancora qualche errore e voglio pensare ai Giochi di Parigi: finché non vincerà l’oro olimpico non mi sentirò soddisfatto”. Quindi con quello sguardo cupo, come una stella incosciente, Thomas non intende deviare dai suoi obiettivi e rifugge tutte le tentazioni, le distrazioni che non puoi permetterti nel nuoto. Preferisce, per ora, grazie all’aiuto del padre, vedere i video sulle sue competizioni e su quelle dei suoi avversari. “Per batterli devo studiarli bene”. Così è diventato Ceccon…

Leave a Comment

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.