tra natura e bellezza, secondo appuntamento della rassegna 4+3 in un viaggio tra le arti liberali – Targatocn.it

“Homo Naturalis” … Quindi, sono poche le cose che sono realmente necessarie per natura al nostro corpo, e sono quelle che, rimuovendo il dolore, ci danno allo stesso tempo una sensazione di piacere.“(De rerum natura, Lucrezio).

In questa direzione domenica 18 settembre alle 16 con il convegno e il concerto si apre il secondo appuntamento della rassegna “4+3 in cammino tra le arti liberali”.

Un percorso culturale che fa riferimento ai due gradi di insegnamento medievale basati sulle sette arti liberali, organizzati dall’Accademia Filarmonica di Saluzzo e dalla Società Steinway. L’iniziativa si ricongiunge agli eventi 2018 e 2019 dell’Accademia Filarmonica legati ai temi del tempo e della bellezza, a Villa Radicati, con i convegni “Tempus Fugit” e “By way of Pulchritudinis” – sottolinea il presidente Ivano Scavino.

La costruzione a Revello si deve alla disponibilità dell’amministrazione comunale e alla presenza dell’Associazione ASAR che ha concesso la Cappella Marchionale in “custodia” del prezioso pianoforte Pleyel 1927 di proprietà dell’Accademia e alla sensibile disponibilità della Parrocchia Collegiata in cui “vive “Il magnifico organo Vittino del 1878”.

La rassegna è un viaggio attraverso il grande patrimonio culturale e musicale occidentale, un’occasione per esporsi al bello, autentico mezzo di compimento ed evoluzione dell’uomo – sottolinea il presidente Scavino.

La prima parte dell’appuntamento si svolgerà nella sala Denina del municipio di Revello con un convegno e tre relatori “Il disegno umano della Natura” presentati da Aldo Molinengoagronomo, paesaggista, “Il giardino: dove ebbe origine l’avventura” illustrato da Marco Piccatfilologo, docente di Filologia romanza all’Università di Trieste con la partecipazione dell’architetto Paolo Pejrone.

Seguirà il concerto nell’affascinante Cappella Marchionale. “Ravel et Les Apaches” il titolo, con Federico Bricchetto al pianoforte, il Pleiel 1927.

Chi è il pianista.

Vincitore di numerosi concorsi pianistici in Italia e Francia, diploma al Conservatorio di Alessandria con il massimo dei voti e la lode, diploma superiore con la menzione massima alla Schola Cantorum di Parigi, assegnato da una commissione internazionale.

Nel 2019 si diploma con lode al Conservatorio di Milano, presentando una tesi sulla contaminazione tra letteratura, arte e musica nel repertorio francese del ‘900.

Protagonista di numerosi concerti solistici, è particolarmente apprezzato per “la sua straordinaria sensibilità, ricerca del suono e interpretazioni partecipate”. È stato definito “un artista romantico e intellettuale, capace di filtrare le emozioni con maturità e riflessione”. Tra i suoi maestri ricordiamo Silvia Rumi e Gianmaria Bonino. Alla sua formazione hanno contribuito anche grandi pianisti francesi come Jean Marc Luisada e Olivier Cazal.

L’organizzazione ringrazia il sindaco di Revello Daniele Mattiil presidente dell’ASAR Paolo Pejrone, il parroco don Mariano Tallone e gli sponsor (Sedamyl, Fondazione CRT, Fondazione CRSaluzzo, Bene Banca) sottolineando anche la collaborazione con l’associazione culturale Steinway Society.

Leave a Comment

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.