Treggia: “L’Accademia di Ravenna aiuta la prima squadra” – Sport

Prati (classe 2004), titolare in Serie D con 32 presenze e 5 gol. Mascanzoni (2003) e Salvatori (2002), poi maturati in Valsanterno in Eccellenza. Angelini (2003), Andreani (2004) e Vittori (2004), che hanno esordito in ‘prima squadra’. Insomma, sta producendo l’Accademia calcio giallorossa. E i frutti cominciano a vedere. Abbiamo parlato di quello che è successo, e di cosa accadrà intorno ai bambini giallorossi, con Claudio Treggia, a capo della ‘cantira’.

Treggia, da dove sei partito?

“Non è stato facile. La scorsa property l’ambiente period molto demoralizzato per la retrocessione. Abbiamo avuto diversi ‘abbandoni’. Alcune famiglie hanno preferito portare i figli altrove, ma è servito per fare delle selezioni. Chi ha continuato con noi ha mostrato forte motivazione, riattivandosi un forte senso di identità e di appartenenza”.

Come hai fatto?

“Con competenza, sensibilità e progettualità. La chiave è stata nelle capacità dei nostri allenatori. A tutto questo bisogna aggiungere il lavoro fatto in anticipo sulle migliori prospettive”.

Com’è stata la stagione in termini di risultati?

“Tutte le categorie agonistiche si sono piazzate in testa alla classifica, partecipando alle fasi finali dei rispettivi campionati. Nel settore ‘non competitivo’, cioè dall’beneath 13 in giù, i nostri obiettivi non erano eccellere, ma ‘includere’. La scelta di anticipare le fasce d’età nella categoria superiore ci ha dato molte soddisfazioni. Abbiamo visto una crescita notevole in molti giovani”.

Gli obiettivi individuali?

“Il dirigente della Grammatica ha inserito spesso nella formazione della ‘prima squadra’ i giovani del vivaio, con circa 200 presenze complessive. Questa propensione è emersa anche nelle presenze del campionato di serie D. Prati è diventato un punto fermo della squadra: Mascanzoni, Salvatori, Angelini, Andreani e Vittori hanno esordito in D. Senza dimenticare l’interesse per i nostri giocatori da parte dei membership professionistici”.

Quali frutti ha dato l’attività di scouting sul territorio?

“Abbiamo creato un gruppo di scout, osservatori, che sono andati a ‘segnare’ i bambini di Ravenna e del primo distretto, per creare un database dove individuare quelli più interessanti. Il risultato è un archivio di 120 bambini, la cui crescita sarà essere monitorati con la speranza che il meglio possa entrare a far parte del nostro vivaio”.

Quali sono le novità per la stagione 2022-2023?

Aumenteremo le squadre, da 9 a ten con l’inserimento del 2013 e 2014; e gli allenatori, da 20 a 30, per mantenere un adeguato rapporto istruttore-giocatore. Potenzieremo le attività del nutrizionista e del ‘maestro di tecnica’, che raddoppierà le sessioni. Verrà aggiunta una nuova figura per la preparazione atletica e l’aumento della forza. Nella categoria Esordienti ci sarà un insegnante di arti marziali che lavorerà sulla tecnica di caduta e sulla gestione del contatto con l’avversario. L’beneath 14 parteciperà anche advert un campionato di calcio a 5, per favorire lo sviluppo di alcune capacità tecniche e cognitive.E’ previsto anche un ‘mini ritiro’ in montagna per beneath 15, 14 e 13″.

Ma qual è il problema più grande?

“Il solito, le strutture”.

أضف تعليق

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.